Spara con armi da Soft-air contro i passanti al Gattaglio, denunciato foto

Si tratta di un reggiano di 67 anni. E' stato scoperto dopo l'ennesima bravata: spari contro il camper di un vicino di casa

REGGIO EMILIA – Sparava verso proprietà dei vicini con armi ad aria compressa nella zona del Gattaglio. E’ stato scoperto dopo l’ennesima bravata, nel pomeriggio del 28 giugno, alle ore 18,30 circa, quando agenti della Squadra Volante sono intervenuti per la segnalazione di una lite condominiale. Si tratta del reggiano G.G., classe 1953, incensurato, che è stato denunciato per il reato di “gettito pericoloso di cose”.

Quando le Volanti sono arrivate al Gattaglio ad attendere sul posto i poliziotti c’era un uomo che ha mostrato loro il camper di sua proprietà, riferendo che la carrozzeria era stata danneggiata da spari di pistola da Soft-air ad opera di un uomo residente nei pressi. La vittima riferiva che già da diverso tempo nel vicinato tutti sapevano della presenza di soggetto che metteva in atto azioni di disturbo tramite il probabile utilizzo di strumenti ad aria compressa. Gli spari provocavano non poche preoccupazioni nei passanti in transito lungo la via.

Gli agenti hanno allora parlato con diversi residente, apprendendo che svariate persone erano state colpite dal lancio pericoloso di pallini. Hanno allora individuato l’appartamento da cui provenivano gli spari: dentro hanno scoperto un vero e proprio arsenale di fedeli riproduzioni di armi da fuoco, nonché una balestra con relativi dardi, due fionde ed una fiocina.

L’appartamento ha una finestra ad alcune decine di metri in linea d’aria dal camper, ed era stato adibito ad una sorta di poligono di tiro “casalingo”. Infatti, oltre alla presenza di un bersaglio in carta su di un piedistallo, i poliziotti hanno scoperto il pavimento cosparso di innumerevoli pallini in plastica di colore bianco perfettamente compatibili con quelli rinvenuti in strada.