Nello zaino quasi 1 kg di marijuana, fermato giovane pusher foto

Valanga di marijuana da spacciare a Reggio. I carabinieri eseguono un nuovo arresto in zona stazione. lo spacciatore in casa aveva anche più di 600 euro in contanti ed il telefono con i recapiti degli acquirenti

REGGIO EMILIA – Una valanga di “ganja” sta invandendo Reggio Emilia. Se comunque gli spacciatori non hanno mai fermato la loro attività durante il lockdown, con la ripartenza i traffici sono rifioriti rapidamente. Complice l’idea che tanti hanno che ” fumarsi una canna è come bere un bicchiere di vino”, gli acquirenti di droghe leggere sono tantissimi, mentre la criminalità piccola e grande s’ingrassa e ricicla denaro anche a Reggio. L’ultimo arresto in ordine di tempo in città è stato nella serata di ieri, martedì 7 luglio, con un 29enne abitante in città, finito in manette.

Il giovane uomo tempo era finito nel mirino dei Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Reggio. I suoi spostamenti erano seguiti e ieri sera la conferma: attorno alle 17 il pusher è stato notato nella zona di via Compagnoni, sulle spalle un grosso zaino. Il sospetto che stesse trasportando dello stupefacente è diventato certezza nel momento in cui i carabinieri lo hanno fermato per un controllo. Dallo zaino, infatti, sono spuntate due grosse buste in cellophane contenenti marijuana, per complessivi 866 grammi.

Dalla successiva perquisizione eseguita in casa del giovane, sono poi venuti fuori anche 640 euro in contanti ritenuti essere proventi dell’attività di spaccio, una Postepay ed il suo telefono cellulare con ancora all’interno numerosi contatti ritenuti di interesse: clienti e forse formitori.

Accompagnato in caserma per le formalità di rito e proceduto al sequestro di quanto rinvenuto, il 29enne è stato quindi dichiarato in arresto, con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, e condotto alla “Pulce” dove dietro alle sbarre aspetterà il processo.