Imprenditore muore in mare a Lido di Dante

Stava passeggiando lungo la spiaggia, trovato agonizzante nell'acqua bassa da un bagnino. Inutili i soccorsi. Era i vacanza con la moglie

CADELBOSCO SOPRA (Reggio Emilia) – E’ stato trovato agonizzante nell’acqua bassissima, a testa in giù, vicino alla riva. Sarebbe stato un malore ad uccidere a Lido di Dante, nel ravennate, l’imprenditore Enzo Fornasari. Aveva 73 anni, abitava a Cadelbosco Sopra e, pensionato, era uno dei soci dell’azienda “For green”, specializzata in giardinaggio e nella cura del verde.

L’anziano (pare avesse problemi cardio-circolatori) si trovava in vacanza nel ravennate con la moglie che, al momento della tragedia, sarebbe stata sotto l’ombrellone. La famiglia aveva una casa di villeggiatura nella zona, da anni.

Il decesso sarebbe avvenuto attorno alle 10, davanti alla spiaggia libera tra i bagni Smeraldo e Classe. Il mare non era mosso e c’era caldo. A ritrovare Fornasari in fin di vita, a una cinquantina di metri dalla spiaggia ma nell’acqua bassissima, è stato un bagnino. Per quasi un’ora il personale di salvataggio e i sanitari inviati dal 118 hanno provato a tenerlo in vita attraverso l’uso del defibrillatore e ventilandolo, ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche la Capitaneria di Porto.

La salma è stata trasportata all’ospedale di Ravenna e probabilmente sarà eseguita l’autopsia.