Covid tra Viadana e la Bassa reggiana, interrogazione al Governo

Il deputato M5s sollecita "massima attenzione da parte delle istituzioni locali e delle aziende sanitarie, e eprontezza nei provvedimenti da prendere"

BASSA (Reggio Emilia) –  “Preoccupa il focolaio Covid 19 sviluppatosi tra Bassa Parmense e Viadana che coinvolgerebbe circa 33 persone dipendenti di una cooperativa con sede a Viadana, situazione che si aggiunge a quanto emerso nei giorni scorsi nei macelli e salumifici del vicino mantovano“. E’ quanto afferma il portavoce pentastellato Davide Zanichelli, deputato reggiano della Bassa in una nota diffusa via social.
La Lombardia, spiega il parlamentare, è a un “tiro di schioppo” dalla Bassa (Parmense o Reggiana) e “i legami tra le persone, principalmente lavorativi sono molteplici. Sollecito massima attenzione da parte delle istituzioni locali e prontezza nei provvedimenti da prendere. Serve altrettanta attenzione anche da parte delle Aziende Sanitarie e gli ispettorati del lavoro per il rispetto delle norme e delle precauzioni: se c’è un focolaio bisogna agire tempestivamente per circoscriverlo”. Zanichelli conclude: “Come abbiamo potuto appurare negli scorsi mesi con il Covid non si scherza, e con il collega mantovano Alberto Zolezzi stiamo predisponendo un’interrogazione per sollecitare anche il Governo”.