Doppia esplosione nella notte, gang del bancomat scatenata

Raid criminale: colpiti in rapida successione gli Uffici postali di Fabbrico e Novellara. Tanta paura tra i residenti

NOVELLARA e FABBRICO (Reggio Emilia) – Doppia esplosione nella notte: tanta paura tra i residenti per il raid di una “gang del bancomat” che ha colpito in rapida successione prima a Fabbrico poi a Novellara negli uffici postali, mentre in tutta la bassa i carabinieri facevano a scattare una vasta caccia all’uomo. Ingenti i danni: sia per il denaro rubato, sia per i danneggiamenti strutturali ai due edifici. Si tratta di colpi fotocopia di quello del 18-19 giugno a Castelnovo Sotto.

Tra le ore 23.35 e le 23.55 di ieri (2 luglio) la banda di malviventi – probabilmente attraverso il congegno cosiddetto a “marmotta” collegato ad un apposito contatto elettrico – ha fatto esplodere le postazioni ATM degli uffici postali prima di via Piave del comune di Fabbrico, poi di via N. Sauro del comune di Novellara. Sono riusciti ad asportare il danaro contante, seppur “intralciati” dal parziale cedimento del controsoffitto.

Mentre nell’intera Bassa reggiana, anche a cavallo con la limitrofa provincia di Modena venivano avviate le ricerche dei malviventi – riusciti però a dileguarsi -, nei due “teatri” dei crimini sono intervenuti per i rilievi i carabinieri delle rispettive stazioni, supportati dai colleghi del nucleo operativo della compagnia di Guastala.

In corso di quantificazione sia il denaro asportato dalle rispettive postazioni che i danni strutturali, peraltro ingenti, che hanno visto il crollo dei rispettivi controsoffitti e la completa distruzione delle postazioni farte esplodere. Sulla vicenda sono in corso le indagini da parte dei carabinieri della Bassa, coordinati dalla Procura reggiana che ha aperto un inchiesta.