Maltempo e grandinate: danni a case, auto e colture foto

Rovesci molto violenti nella Bassa orientale e nella prima montagna. Sono addirittura caduti enormi "sassi" di ghiaccio a forma di coronavirus

REGGIO EMILIA – Chicchi di grandine come proiettili che spaccano lucernari e finestrini delle auto, ammaccano carrozzerie e distruggono frutti in maturazione. Addirittura “sassi” di ghiaccio a forma di coronavirus! Sono gravissimi i danni provocati dall’ondata di maltempo, annunciata già da inizio settimana, che si sta abbattendo sulla provincia reggiana dalla notte. Se nelle scorse ore sono state colpite Fabbrico, Rolo e Reggiolo – dove i pezzi di ghiaccio hanno raggiunto diametri monster anche di 5-6 centimetri -, da metà pomeriggio ad essere colpita è stata la fascia della prima montagna.

L’allerta meteo arancione si protrarrà per tutta la giornata di oggi, ed è estesa anche al modenese dove i danni sono stati altrettanto gravi. La protezione civile dell’Emilia Romagna ha allertato per temporali, vento e grandine su tutta la pianura padana.

Nella Bassa orientale la grandinata è arrivata attorno alla mezza, con rovesci tanto violenti quanto circoscritti. Decine gli automezzi danneggiati nelle vie centrali di Fabbrico, con i Vigili del fuoco accorsi sul posto.

Chicchi grossi come palle da tennis anche in Appennino, con la pensionata di Vetto Ines Simonazzi che attorno alle 16,30 ha pubblicato foto di chicchi così enormi a forma di stella che, dice, “fatti così non ho mai visto in vita mia”.