Vendono PlayStation online ma è una truffa: denunciati

Indagati per concorso in truffa, ai danni di un 30enne di Montecchio, un 43enne e una 42enne residenti nel catanese

MONTECCHIO (Reggio Emilia) – Lui curava la pubblicazione degli annunci esca su noti siti internet di annunci portando avanti, via WhatsApp, la trattativa mentre la compagna “cassiera”, intestataria del conto dove finivano i soldi, incassava il denaro delle “vendite fantasma” di consolle PlayStation.

In questo modo una coppia di Catania ha raggirato anche un reggiano che ha risposto all’annuncio relativo alla vendita di una PlayStation, che ha pagato 110 euro senza vedersi mai consegnare la consolle, dato che i due truffatori, una volta incassato il denaro, hanno bidonato l’acquirente non consegnando quel che avevano acquistato e sparendo nel nulla.

Per questo motivo i carabinieri della stazione di Montecchio, a cui l’operaio 30enne reggiano ha sporto denuncia, al termine delle indagini, hanno denunciato per concorso in truffa un 43enne e una 42enne residenti nel catanese. L’uomo era l’autore dell’inserzione e aveva portato avanti la trattativa e la compagna l’intestataria della carta prepagata dove erano finiti i soldi.