Quantcast

Spaccia e poi aggredisce i carabinieri: arrestato

In manette, in via Alai, un 47enne marocchino che vendeva cocaina

REGGIO EMILIA – Un 47enne marocchino è stato arrestato, per detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale, dopo che ieri pomeriggio, sorpreso a vendere dosi di cocaina, ha anche aggredito i carabinieri. Verso le 14 una pattuglia della sezione radiomobile, mentre transitava in via Don Alai, nei pressi della stazione ferroviaria, ha visto un uomo che cedeva qualcosa a un ragazzo più’ giovane.

Quando ha visto i carabinieri il marocchino ha aperto una bustina in cellophane e ne ha disperso il contenuto a terra e poi ha strappato dalle mani dell’acquirente una seconda bustina di cellophane che ha aperto e gettato a terra per poi darsi alla fuga a piedi verso il centro città. I militari hanno raggiunto e bloccato il 23enne marocchino che ha posto in essere una forte resitenza e ha spintonato e strattonato i carabinieri per evitare, senza riuscirci, di essere fermato.

Tornati sul luogo dello scambio i militari hanno trovato una bustina in cellophane aperta priva di stupefacente e una bustina di cellophane aperta con dentro mezzo grammo di cocaina. Il giovane acquirente aveva un centinaio di euro che doveva utilizzare per l’acquisto della droga. Le immagini del sistema di videosorveglianza comunale hanno mostrato, in modo inequivocabile, il pusher con lo stupefacente in mano poco prima della cessione all’acquirente. A quel punto il marocchino è stato arrestato. Questa mattina è comparso davanti al giudice del tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse a lui contestate.