Riaprono cinema, teatri e concerti dal 15 giugno

Con un massimo di mille persone all'aperto e 200 al chiuso, senza impianti di ricircolo dell'aria. Artisti con la mascherina sul palco "quando l'attivita' non consente il rispetto della distanza"

REGGIO EMILIA – Dal 15 giugno in Emilia-Romagna si potra’ tornare al cinema, a teatro e a vedere i concerti (prove comprese). Ma con un massimo di mille persone all’aperto e 200 al chiuso, senza impianti di ricircolo dell’aria. Lo prevede la nuova ordinanza firmata oggi dal governatore Stefano Bonaccini. Il via libera e’ estesto anche a circhi e set cinematografici. Le linee guida regionali fissano prima di tutto il numero massimo di spettatori e l’obbligo di assicurare almeno un metro di distanza tra le persone.

Potra’ essere misurata la temperatura all’ingresso e, nel rispetto della privacy, dovra’ essere tenuto un registro delle presenze per 14 giorni. Dovra’ essere inoltre indossata la mascherina quando ci si trova negli spazi comuni. L’uso promiscuo dei camerini e’ da evitare, “salvo assicurare un adeguato distanziamento unito alla pulizia delle superfici”.

Artisti, addetti e personale dovranno indossare la mascherina quando l’attivita’ non consente il rispetto della distanza. Per trucco, acconciatura e preparazione degli artisti si applicano le regole previste per i settori di riferimento. Gli oggetti utilizzati per la scena devono essere toccati dagli attori muniti di guanti e i costumi di scena dovranno essere individuali.

Per gli ambienti chiusi e’ introdotto l’obbligo, “se tecnicamente possibile”, di “escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria”. Vanno quindi rafforzate le misure per il ricambio d’aria naturale, anche attraverso l’impianto, di cui pero’ va garantita la pulizia dei filtri.

“Se tecnicamente possibile – aggiunge la Regione – va aumentata la capacita’ filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con quelli di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l’estrattore d’aria”.

Sempre a decorrrere dal 15 giugno puo’ ripartire anche l’organizzazione di congressi, convegni ed eventi simili, nel rispetto sempre delle linee guida regionali. Infine, l’ordinanza recepisce il protocollo per lo svolgimento di scuole guida, scuole nautiche e studi di consulenza automobilistica, gia’ approvato in precedenza.