Movida sporcacciona, il M5S: “Spettacolo di inciviltà, servono controlli e multe” foto

La denuncia di Bertucci: "Centinaia di bicchieri di plastica a terra, bottiglie di vetro rotte, mozziconi di sigarette e cartacce. Questo lo spettacolo d’inciviltà in cui versavano alle 8 di mattina Piazza Fontanesi e via San Carlo"

REGGIO EMILIA – “Centinaia di bicchieri di plastica a terra, bottiglie di vetro rotte, mozziconi di sigarette e cartacce. Questo lo spettacolo d’inciviltà in cui versavano alle 8 di mattina Piazza Fontanesi e via San Carlo. Le vie della ‘movida’ reggiana. E gli operatori Iren, impegnati sul posto da due ore, interpellati ci hanno assicurato che all’inizio del servizio la situazione era ben peggiore”.

Lo scrive il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle, Gianni Bertucci che aggiunge: “I giovani hanno tutto il diritto di divertirsi. In sicurezza visti i tempi di Covid che ricordiamo ha causato oltre 33.000 morti nel nostro paese e oltre 500 nella nostra provincia con persone e migliaia di malati gravi per fortuna guariti , grazie allo sforzo della nostra sanità pubblica, che purtroppo porteranno le conseguenze del Covid per tutta la vita con polmoni bruciati e altri organi danneggiati”.

Ma osserva: “Tuttavia fa veramente male vedere tutti quei rifiuti a terra. E non ci sono giustificazioni su ‘cestini mancanti’. E’ fare violenza alla nostra città oltre che all’educazione civica. Fa veramente male, perché essere giovani e spensierati è bello. Lo siamo stati tutti. Ma non è un gesto di ‘ribellione’ giovanile lordare le piazze e vie dove ci si ritrova per divertirsi, bere una birra in compagnia o fumare una sigaretta. E’ un gesto di ignoranza e maleducazione e mancato rispetto per gli abitanti di quei luoghi e di tutta la collettività, oltre che dell’ambiente. Si manca di rispetto anche ai gestori dei locali che si stanno sforzando dopo il periodo di chiusura necessario per evitare che la pandemia mandasse al collasso totale il nostro servizio sanitario pubblico (‘violentato’ da 15 anni di tagli e privatizzazioni) con un numero di morti molto superiore. A questi giovani chiedo. Vi piacerebbe se lordassero la porta di casa vostra così ? Il vostro appartamento? La vostra camera da letto?”

Conclude Bertucci: “Non si chiede la Luna. Ma semplice buona educazione. Una città dove ci si diverta ma si rispetti l’abc del buon vivere civile. Che parte proprio da non abbandonare rifiuti per terra. In ogni posto. Davanti al triste spettacolo d’inciviltà di via San Carlo e Piazza Fontanesi, che ci ricordano abitanti delle zone circostanti, si ripete le notti e le mattine seguenti i giorni della ‘movida’ , non resta che chiedere maggiori e severi controlli da parte della Polizia Municipale, aumentando le multe per chi abbandona rifiuti per terra (siano questi bicchieri, bottiglie, mozziconi di sigaretta, cartacce) e prestando una severa opera di controllo ed educazione civica sui presenti. Per levare ogni scusa ai maleducati, chiediamo di aumentare la dotazione di bidoni per la differenziata duranta la ‘movida’ con contenitori per plastica, indifferenziato, lattine-vetro. Così non ci saranno più scuse. Su questo tema presenteremo un ordine del giorno urgente in Consiglio Comunale. Movida Si’ ma con educazione e rispetto della città e dell’ambiente. Basta non gettare a terra rifiuti”.