Minaccia ex compagna ed esplode colpi in aria: arrestato

In carcere un pregiudicato 41enne residente nella Val d'Enza per maltrattamenti in famiglia e minacce ai danni di una 28enne reggiana

GATTATICO (Reggio Emilia) – Un pregiudicato 41enne residente nella Val d’Enza è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e minacce ai danni di una 28enne reggiana che, dopo l’ennesimo episodio di violenza, ha chiesto aiuto ai carabinieri di Gattatico.

I fatti risalgono ai primi giorni di giugno quando la giovane ha denunciato il 41enne, in passato già arrestato per analoghi reati, che aveva pubblicato su un social network una serie di messaggi intimidatori rivolti alla donna e ad una sua giovane amica colpevole di aver testimoniato in favore della vittima nel procedimento penale contro l’uomo.

Le indagini, che hanno poi inchiodato il 41enne, hanno permesso di appurare che l’uomo si era reso responsabile, appena qualche giorno prima della denuncia, dell’incendio doloso dell’auto dell’amica della ex fidanzata, pubblicando poi un “post” con cui esprimeva la propria soddisfazione. Non pago il 41enne aveva molestato la vittima con continue scorrerie notturne, fatte di urla e sgommate, nei pressi della sua abitazione.

In una di queste occasioni, aveva esploso addirittura un colpo di pistola in aria. Le indagini dei carabinieri di Gattatico, scattate immediatamente dopo la denuncia, anche grazie all’acquisizione di immagini dalle telecamere di video sorveglianza, hanno permesso ai carabinieri di raccogliere sufficienti elementi a carico del 41enne e, nel contempo, di richiedere un decreto di perquisizione domiciliare a carico del sospettato.

Durante la perquisizione a casa dell’uomo è stata trovata una pistola scacciacani replica perfetta di una Beretta 98FS, con numerose munizioni e anche una modica quantità di marijuana. A quel punto il 41enne è stato arrestato e portato in carcere.