Imprese, un software calcola le risorse per ripartire

Intesa fra Unindustria e Fondazione Kon per le 1.000 aziende associate

REGGIO EMILIA – Che l’epidemia di coronavirus avrebbe colpito duro, le imprese reggiane lo sapevano gia’. Ora pero’ un nuovo strumento informatico le aiuta a preventivare il fabbisogno di liquidita’ di cui necessitano per rimettersi in carreggiata. Il software e’ frutto di un accordo tra l’associazione industriali (Unindustria) di Reggio Emilia e la Fondazione Kon, ente no profit riconosciuto dalla Regione Toscana.

Il programma verra’ messo gratuitamente a disposizione delle imprese associate e, grazie all’inserimento di pochi dati essenziali tratti dal bilancio 2019 e delle stime dell’azienda su fatturato, ricavi, costi operativi e magazzino, restituira’ automaticamente il fabbisogno stimato di cassa. “Variando le stime inserite si possono creare anche vari scenari di fabbisogni conseguenti: cio’ rende lo strumento capace di restituire risposte veloci ai cambiamenti che l’azienda sperimenta procedendo nella riapertura delle attivita’”, spiega Fabrizio Bencini, partner di Kon Group.

“Mai come in questo momento, caratterizzato dagli effetti dell’emergenza Covid-19, e’ di fondamentale importanza che le imprese abbiano chiara la visione sul breve, ma anche sul medio-lungo periodo per evitare crisi e imprevisti che possano minare la stabilita’ aziendale e il benessere dei dipendenti”, aggiunge Mauro Macchiaverna, vice presidente di Unindustria. “Abbiamo quindi deciso – spiega ancora Macchiaverna – di affiancare al lavoro che facciamo in materia di credito, operando in sinergia con le banche e le istituzioni del territorio, un nuovo strumento che consenta agli imprenditori di fare ipotesi concrete sul futuro economico delle loro societa’”. Il nuovo programma informatico sara’ presentato giovedi’ in un seminario online alle 16.