Droga, arrestati due nigeriani: ricostruita la filiera dello spaccio

A finire in manette un 22enne e un 25enne il cui arresto era stato differito per ricostruire tutti i loro movimenti

REGGIO EMILIA – La squadra mobile ha eseguito due arresti differiti, fra mercoledì e giovedì scorso, nei confronti di due giovani nigeriani, di 22 e 25 anni, in seguito ai periodici controlli disposti dal questore nella zona della stazione e delle ex Reggiane. Il 7 e 28 febbraio era finito in manette Dennis Okoikhere, 25 anni, mentre vendeva della droga, ma l’arresto veniva differito per potere risalire la filiera dello spaccio.

E infatti, circa un mese dopo un secondo presunto pusher, Happy Odigie, di 22 anni, domiciliato presso le ex Reggiane, era stato arrestato pure lui, ma il fermo veniva differito pure nel suo caso. Gli arresti, sono diventati definitivi, il 17 e 18 giugno. Nell’abitazione del 25enne, in via Gorizia, sono state trovate 19 dosi di cocaina pronte per la cessione.

Il fatto di ricorrere agli arresti differiti ha consentito alla polizia di ricostruire il vorticoso giro di spaccio di sostanza stupefacente varia (cocaina, eroina e marijuana). L’operazione avviene a pochi giorni dall’esecuzione della misura cautelare in carcere emessa dal Gip a carico di cinque soggetti (quattro cittadini nigeriani ed un cittadino filippino) gravemente indiziati, a vario titolo, di traffico, anche internazionale, di sostanza stupefacente.