Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Coronavirus, giù i contagi: solo 178 in 24 ore in Italia

Il 28% dei casi in Lombardia. Il bollettino della Protezione civile fotografa i dati più bassi dal 26 febbraio. Sono 6 le regioni a 0: Marche, Sicilia, Umbria, Molise, Calabria e Basilicata. Sessanta morti in 24 ore. In Lombardia 50 nuovi positivi, 19 morti

REGGIO EMILIA – Continua il calo dei contagiati per il coronavirus in Italia: sono complessivamente 233.197, con un incremento rispetto a ieri di soli 178 casi (dato più basso dal 26 febbraio). Ieri si era registrato un aumento di 355. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia sono 50 in più (ieri 210), pari al 28% dell’aumento odierno in Italia. I dati sono stati resi noti dalla Protezione civile. Ci sono 6 Regioni che comunicano zero nuovi contagiati: Marche, Sicilia, Umbria, Molise, Calabria e Basilicata.

Sono 60 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 75 di ieri. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 19, mentre ieri erano state 33. I morti a livello nazionale salgono così a 33.475. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile. In 9 regioni non si sono registrate vittime: Veneto, Marche, Sicilia, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata.

Sono saliti a 158.355 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 848. Domenica l’aumento era stato di 1.874. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile.

Sono 424 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 11 meno di ieri. Di questi, 167 sono in Lombardia, 3 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 6.099, con un calo di 288 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 34.844, con un calo di 409 rispetto a ieri. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile.

Registra una netta frenata anche il numero dei contagiati dal Coronavirus in Lombardia. Con un numero particolarmente basso di tamponi eseguiti (3.572) si sono registrati infatti solo 50 nuovi positivi (per un totale da inizio emergenza che arriva a 89.018). Sono 167 i ricoverati in terapia intensiva (tre meno di ieri) e 3.085 quelli negli altri reparti (-46). Sono invece stati 19 i deceduti per un totale di 16.131.