Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Assemblea costituente M5S, è scontro Di Battista-Grillo

L'esponente del M5s Alessandro Di Battista rassicura l'operato del premier

REGGIO EMILIA – “Il M5S deve organizzare un congresso, un’assemblea costituente. Chiedo formalmente il prima possibile un’assemblea in cui tutte le anime possano costruire una loro agenda e vedremo chi vincerà”. Alessandro Di Battista, ospite di Mezz’ora in più, fa salire la tensione nel M5s. A stretto giro arriva l’affondo di Grillo: “Assemblea M5S? Pensavo di averle viste tutte, ma ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film Il giorno della marmotta”. Per Buffagni, “serve un cambio di passo del governo, più concretezza. Un partito di Conte? Non so se conviene entrare nella palude”.

Botta e risposta a distanza
Se Conte vuole fare il leader del Movimento “si deve iscrivere al M5s e partecipare al prossimo congresso”, ha detto Alessandro Di Battista, rispondendo a una domanda. Immediata la replica di Beppe Grillo:”Dopo i terrapiattisti e i gilet arancioni di Pappalardo, pensavo di aver visto tutto…ma ecco l’assemblea costituente delle anime del Movimento. Ci sono persone che hanno il senso del tempo come nel film “Il giorno della marmotta”. Scrive in un tweet Grillo.

“Oggi pomeriggio sono tornato in Tv. Ho fatto proposte e preso posizioni chiare. Si può legittimamente non essere d’accordo. Lo si dica chiaramente spiegando il perché”. Lo scrive su instagram Alessandro Di Battista replicando, pur non citandolo, a Beppe Grillo.

L’intervento di Di Battista
“Ho fiducia” nel presidente del Consiglio Conte e “anzi ne approfitto per dirgli che non deve temere picconature da parte del sottoscritto”. Così Alessandro Di Battista a In Mezz’ora in più su Rai 3. Secondo l’esponente del M5s, “Ci sono determinati poteri anche politici che vogliono buttare giù il governo per prendere in mano i denari della ricostruzione”.

Quanto agli Stati Generali, “spero siano utili” perchè la situazione del Paese “credo sia molto più grave di come la stiamo immaginando”. “Io sono contrario al Mes perché si aggancia a un vincolo esterno che non fa l’interesse nazionale, ma il vero problema è il Patto di Stabilità, va cambiato”, sostiene Di Battista.

“Nessuno esponente del M5S con cui ho parlato in camera caritatis nelle scorse settimane mi ha mai detto che ha intenzione Di attivare il Mes”, aggiunge. “Il M5S – sottolinea – deve organizzare un congresso, un’assemblea costituente. Chiedo formalmente il prima possibile un’assemblea in cui tutte le anime possano costruire una loro agenda e vedremo chi vincerà”.