Spaccio in zona stazione, gambiano arrestato

Al giovane straniero con precedenti specifici i carabinieri sequestrano una ventina di grammi di hascisc suddivisi in dosi

REGGIO EMILIA – Un 21enne gambiano, Sow Sana, è stato denunciato ieri pomeriggio per detenzione ai fini di spaccio. Dalla base operativa, ricavata all’ingresso del sottopasso che dalla stazione delle autocorriere di Piazzale Europa porta alla stazione ferroviaria di Piazzale Marconi, gestiva uno spaccio di hascisc destinato ai clienti che, dopo averlo contattato, lo raggiungevano nella sua “postazione di lavoro”.

Ieri pomeriggio i carabinieri, in abiti civili e con auto civetta, hanno messo in campo un servizio di osservazione in piazzale Europa per prevenire e reprimere reati in materia di stupefacenti. Verso le 15, nelle vicinanze del passaggio pedonale sotterraneo che conduce a piazza Marconi (ingresso principale della stazione ferroviaria), hanno visto un ragazzo che si avvicinava al gambiano, già noto ai militari perché arrestato da loro nel settembre del 2019 per spaccio di hascisc.

Quando l’immigrato ha dato un involucro al ragazzo i militari si sono avvicinati e li hanno fermati. Il gambiano ha tentato la fuga, ma è stato raggiunto e poi bloccato dai carabinieri in via Don Alai. Nonostante fosse bloccato, per evitare l’arresto, prima ha lanciato a terra un pacchetto di sigarette tenuto tra le mani (subito recuperato dai carabinieri che conteneva 21,5 grammi circa di hascisc suddivisa in 16 dosi) e poi ha continuato a spintonare i carabinieri per evitare d’essere arrestato.

Il gambiano è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il cliente è riuscito a fuggire. Il pusher domani mattina comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia per rispondere delle accuse contestategli.