Si sposta per fare sesso a pagamento in un altro Comune: multato

Un 50enne reggiano è andato a casa di un altro uomo a Campagnola, ma, al termine della prestazione si è rifiutato di pagarlo. I due sono andati dai carabinieri che lo hanno sanzionato

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – Si sposta da Reggio a Campagnola per un pomeriggio di sesso a pagamento e viene multato per violazione delle norme sugli spostamenti. Il cliente, un 50enne reggiano, dopo aver concordato telefonicamente una prestazione sessuale a pagamento per l’importo di 450 euro, è andato a Campagnola a casa di un altro uomo.

Dato che al termine della prestazione il 50enne non voleva pagare il gigolò gli ha preso il portafoglio e il cellulare. Ne è nato un diverbio con i due che, alla fine, sono andati in caserma per far valere le sue ragioni. Alle 15 i due si sono presentati ai carabinieri di Campagnola esponendo le rispettive ragioni.

I militari, chiarite le circostanze e riportati i due alla calma, hanno risolto la controversia con il cliente che è tornato in possesso dei suoi effetti. Tuttavia, dato che il 50enne si era spostato da Reggio Emilia a Campagnola Emilia senza un valido motivo, gli hanno appioppato una multa di 400 euro.