Consiglio, approvata mozione per fare arrivare nuovi agenti a Reggio

La questura di Reggio Emilia è stata infatti riconosciuta a questura di seconda fascia e questo dovrebbe portare un gran numero di agenti (si ipotizza cinquanta agenti)

REGGIO EMILIA – Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità una mozione, presentata da diversi consiglieri di maggioranza, che impegna il sindaco a sostenere in tutte le sedi istituzionali l’arrivo di nuovi agenti nella questura di Reggio Emilia come previsto dalle legge di riordino delle questure.

La questura di Reggio Emilia è stata infatti riconosciuta a questura di seconda fascia e questo dovrebbe portare un gran numero di agenti (si ipotizza cinquanta agenti). Nel 2008 il Governo Berlusconi decise il blocco del turn over. Nell’arco di un decennio gli effettivi della Polizia di Stato sono diminuiti di oltre il 15%. A Reggio si è passati da 270 a 230 agenti. Poi il governo Gentiloni ha sbloccato le assunzioni e il Governo Conte I e II sta proseguendo sulla stessa strada.

Il piano di riassetto delle Questure quantificava per la Questura di Reggio una carenza d’organico di 115 unità, da colmare con le assunzioni previste dal Documento di economia e finanza. Ad oggi la Questura può contare su 295 uomini e donne suddivisi tra personale in divisa e personale civile (30 persone).

Commenta il consigliere Pd Dario De Lucia: “Ringrazio il sindacato SILP CGIL di Reggio Emilia e il suo segretario Emanuele Biondi oltre a tutti gli agenti che mi hanno segnalato la questione. Oggi in consiglio comunale abbiamo fatto il punto, manderemo il documento approvato al Ministero dell’Interno, ribadiamo il nostro impegno come Partito Democratico a tutti i livelli per far arrivare gli agenti che spettano alla questura di Reggio Emilia il prima possibile”.