Chiesa, il sistema di prenotazione messe segna il sold out

In tre giorni 5mila iscritti alle celebrazioni di sabato e domenica

REGGIO EMILIA – A 72 ore dall’apertura del sistema di prenotazioni delle messe attraverso il sito www.iovadoamessa.it approntato dalla Diocesi di Reggio Emilia, il primo feedback e’ ottimo. Tra sabato e domenica sono in programma oltre 100 messe, per un totale di circa 12.000 fedeli. Gia’ lunedi’ sera pero’ alcune celebrazioni avevano esaurito i posti a disposizione e, a ieri, oltre il 40% dei posti risultava occupato per un totale di 5.000 prenotazioni.

Da quanto registrato dalla Diocesi oltre il 95% di queste sono avvenute autonomamente, soltanto il 5% dei fedeli ha richiesto l’aiuto del call center diocesano. Questo a conferma che “la scelta della Chiesa reggiana di attivare un sistema di prenotazione al fine di evitare assembramenti e garantire una ripresa della celebrazioni in sicurezza ha incontrato un alto gradimento”.

La “Diocesi deve profonda gratitudine ai parroci- e’ il commento del Vicario generale, monsignor Alberto Nicelli- per avere dimostrato una paziente collaborazione con gli ufici della Curia e una grande carita’ nei confronti dei propri parrocchiani: attuare tutte le norme prescritte per la ‘fase due’ ha comportato e comporta un impegno rilevante”.

Sperimentare “tale sistema di prenotazione, grazie alla collaborazione di una societa’ specializzata nella sicurezza, e’ importante perche’ il livello raggiunto applicando questo protocollo ci mettera’ al riparo nel caso di un eventuale, malaugurato ritorno dell’epidemia”, aggiunge Nicelli. “Vogliamo evitare di dover sospendere in futuro la celebrazione della messa in presenza di fedeli”, conclude.