Case protette, una strage silenziosa: il triste primato di Reggio Emilia

Secondo un report del Servizio sanitario regionale la nostra provincia è quella in Regione con più malati in rapporto agli ospiti (1.147, ovvero il 35%) e una fra quelle con più decessi (219, ovvero il 6,7%). Male anche Asp nel capoluogo con oltre un ospite contagiato su due e 68 vittime

REGGIO EMILIA – La nostra provincia è quella con più malati in rapporto agli ospiti (1.147, ovvero il 35%) e una fra quelle con più decessi (219, ovvero il 6,7%) in Regione per quel che riguarda le strutture residenziali per anziani e disabili. Considerando che le vittime nella nostra provincia sono state finora 576, si può dire che quasi il 40% dei decessi è avvenuto in una casa protetta.

Passando al capoluogo, nelle strutture per anziani gestite dall’azienda comunale Asp città delle persone ci sono stati finora 68 decessi, con 202 anziani in isolamento, 12 ricoverati e 75 guariti. I casi complessivi sono stati dunque 357. Circa un anziano su dieci è deceduto e oltre un anziano su due è stato contagiato, compresi i deceduti, dato che, prima dell’epidemia, gli ospiti erano circa 660 in Asp.

Ausl

Il report del Servizio sanitario
Il report del Servizio sanitario regionale relativo a “Diffusione del contagio Covid 19 nelle strutture residenziali per anziani e disabili”, realizzato in collaborazione con le direzioni attività socio-sanitarie delle Ausl, mostra, con tragica evidenza, come le residenze sanitarie assistite, centri clinici in cui gli anziani dovevano essere custoditi e curati, si sono, purtroppo, trasformate in luoghi in cui gli anziani sono stati decimati dalla malattia senza nemmeno il conforto l’ultimo saluto dei loro parenti che, spesso, non sono riusciti neanche a sapere cosa stesse accadendo ai loro cari.

I dati
Ma vediamo tutti i dati che fotografano la situazione all’11 maggio. Il contagio si è diffuso in tutta la Regione, ma in modo differenziato nei territori. Su 1.428 strutture complessive con 36.417 posti letto fra Cra (Case residenza per anziani non autosufficienti), case di riposo, centri socio riabilitativi e case famiglia per anziani e disabili, i malati complessivi sono 4.355 alla data della rilevazione, di cui circa l’80% nelle Cra. Alla data di rilevazione gli unici distretti che non hanno alcun ospite contagiato sono quelli di Vignola (Mo) e Imola (Bo).

Si legge nel report: “A livello regionale, all’11 maggio, sembra che in circa il 42% delle Cra (pari a 173 strutture) ci sia stato almeno un caso di Covid e che sia stato interessato dal contagio il 16% degli ospiti. La maggior percentuale di Cra interessate si è avuta nella provincia di Piacenza (81%), mentre il maggior numero di ospiti contagiati sembra riscontrarsi nell’Ausl di Reggio Emilia (35%). Tuttavia questo dato può essere fortemente influenzato dai tamponi effettuati”.

In particolare su 57 Cra in provincia di Reggio Emilia ce ne sono 33 con almeno un ospite Covid, ovvero il 58% del totale. Su 3.250 posti letto complessivi nelle Cra presenti sul nostro territorio i contagiati sono stati 1.147 con una percentuale del 35% sui posti complessivi.

Si tratta, come evidenzia il report, della percentuale più alta in regione. Come vedete dalla tabella pubblicata sotto perfino Piacenza, che è una delle province italiane più devastate in assoluto dal virus, è ferma al 22%. La media regionale è del 16%. Il dato regionale ci dice invece che all’11 maggio gli ospiti con diagnosi di Covid sono complessivamente 4.355. Di questi 1.135 sono morti, 983 sono guariti e 2.237 sono malati. Considerando che i decessi complessivi da Covid sono stati oltre 4mila finora, si può dire che un morto su 4 è un anziano ospitato nelle Rsa.

Anche qui, come potete vedere dalla tabella che pubblichiamo, la nostra provincia vanta un triste primato e conta 689 malati complessivi, con 219 decessi, 248 guariti per un totale, appunto, di 1.156 casi.

Ausl

I dati struttura per struttura
Lo studio del servizio sanitario regionale ci consente anche di mostrarvi una tabella che riepiloga i dati, struttura per struttura, nella nostra provincia. Partendo dal capoluogo possiamo vedere come nelle strutture dell’Asp città delle persone di Reggio ci sono stati, finora, complessivamente 68 decessi, con 202 anziani in isolamento, 12 ricoverati e 75 guariti. I casi complessivi sono stati dunque 357. Circa un anziano su dieci è deceduto e oltre un anziano su due è stato contagiato, compresi i deceduti, dato che, prima dell’epidemia, erano circa 660 prima dell’epidemia.

Guardando la tabella emerge che ci sono anche strutture nella nostra provincia che non hanno avuto contagi. Sono Casa insieme e il Pensionato San Giuseppe a Reggio Emilia. Il totale dà comunque 219 decessi e 632 anziani in isolamento, 59 ricoverati e 248 guariti. Appunto 1.156 in totale, ovvero circa uno su tre degli anziani presenti in queste strutture in provincia.

Ausl