Acquista tre auto con soldi falsi: denunciato

Un 63enne di Vezzano è accusato di truffa e spendita di monete false per aver raggirato un anziano di Canossa da cui ha acquistato 3 auto

CANOSSA (Reggio Emilia) – Un 63enne di Vezzano è stato denunciato per truffa e spendita di monete false con l’accusa di aver raggirato un anziano di Canossa da cui ha acquistato 3 auto, per un totale di 11.100 euro, pagate con banconote contraffatte.

Il 5 maggio scorso il truffatore si è presentato, sotto falso nome, alla porta del venditore, un anziano canossiano che nella vita ha sempre fatto il mediatore di autoveicoli, pattuendo con questo l’acquisto di due fuoristrada ed un autocarro per un importo complessivo di 11.100 euro.

Il pagamento, dopo aver sottoscritto una scrittura privata, è stato eseguito in contanti, ma lontano da occhi indiscreti, visto che in casa del venditore in quel momento era presente anche una domestica. L’anziano si è accorto della truffa qualche giorno dopo quando è andato in banca per eseguire il versamento del denaro sul suo conto corrente e l’istituto bancario gli ha segnalato che le banconote erano false.

A quel punto è andatao dai carabinieri di Vezzano a denunciare l’accaduto. I militari hanno sequestrato le banconote contraffatte, per altro acquistate sul web come mazzette da collezione e riportanti in origine segni identificativi di fac-simile, oltre a scritte in cinese, il tutto abraso per renderle più verosimili.

I militari hanno avviato una dettagliata ricerca rintracciando i veicoli acquistati nei pressi di un’abitazione della frazione La Vecchia. Facile a questo punto la reale identificazione dell’autore della truffa che è un 63enne di Vezzano che non ha potuto negare le sue responsabilità ed è stato denunciato. I tre veicoli sono stati restituiti al proprietario.