“Un metro da te”, la passione del calcio contro il Coronavirus

Fabio Bidinelli e Riccardo Sgavetti firmano il brano in cui cantano i bambini della scuola calcio di Dario Morello

REGGIO EMILIA – “Per i bambini, ma non solo… Perchè in un periodo di distanze la musica possa unire”. La frase, accompagnata da un giro d’accordi eseguito con il suo ukulele, è quella inoltrata via WhatsApp da Riccardo Sgavetti (polistrumentista reggiano) all’amico Fabio Bidinelli (cantautore e ideatore dell’inno della A.C. Reggiana) provocando quest’ultimo che, colpito dalla citazione e dall’armonia generata dal compagno d’avventure, non ha esitato a video-chiamarlo e in pochi attimi arrangiamento musicale e testo hanno visto la luce.

L’intento dei due artisti è teso a divulgare, senza alcun scopo di lucro, un messaggio di contatto, seppur distante, finalizzato a allontanare per qualche istante la funesta realtà del Covid-19. Poi… a dare un’ulteriore scossa alla creatività dei professionisti musicali ci ha pensato, rispettando le norme di sicurezza, una punta di diamante del calcio, nella fattispecie Dario Morello (ex calciatore che ha vestito le maglie di Reggiana e Inter).

Dario ha schierato in campo i giocatori della sua scuola calcio e alcuni dei loro genitori, senza trascurare il proprio staff. Quando la musica e il calcio si uniscono generano un’atmosfera magica, come quella che ci regala il video “Un metro da te”.