Reggiolo, corre nudo per strada: fermato e portato in ospedale

“Con questo intervento – afferma Carlo Romandini, comandante della Polizia Locale della Bassa Reggiana - salgono a 6 le azioni di ricovero coatto (Tso) operate dal Corpo Unico nell’ultima settimana

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Nel tardo pomeriggio di ieri, alle 18, su segnalazione di alcuni residenti, la Polizia locale della Bassa Reggiana è intervenuta a Reggiolo dove, in via Roma, era stata segnalata la presenza di un uomo che correva nudo per le strade del centro.

Giunti sul posto, gli operatori si sono trovati davanti ad una persona completamente nuda, in evidente stato confusionale, che proferiva frasi senza senso. Alle domande degli operatori, l’uomo ha risposto aggredendo fisicamente gli agenti che, dopo una breve colluttazione, sono riusciti a bloccarlo, evitando che potesse mettere in atto comportamenti pericolosi per se stesso e per gli altri.

Nel frattempo, mentre gli operatori andavano nell’abitazione dell’uomo per recuperare i vestiti dai familiari, sul posto sono giunte un’ambulanza della Croce Rossa e l’auto medica. Dopo le prime valutazioni sanitarie, l’uomo è stato trasportato sotto scorta all’ospedale di Reggio Emilia dove i sanitari lo hanno preso in carico.

“Con questo intervento – afferma Carlo Romandini, comandante della Polizia Locale della Bassa Reggiana – salgono a 6 le azioni di ricovero coatto (Tso) operate dal Corpo Unico nell’ultima settimana. Interventi difficoltosi e complessi che diventano più gravosi in questo periodo per i rischi connessi alla possibilità di venire in contatto con persone positive al Covid-19. Ma ci tengo a precisare che la persona protagonista dell’episodio di ieri non presentava febbre o altri sintomi riconducibili al coronavirus, come falsamente è circolato sui social”.

La Polizia Locale della Bassa reggiana in questi giorni è spesso in prima linea, non solo per l’attività di controllo ma anche per quella di informazione e sostegno alla popolazione. “Ogni giorno – sottolinea Romandini – arrivano alla Sala Operativa più di 200 telefonate di cittadini che chiedono chiarimenti sulle limitazioni agli spostamenti o esplicitano problematiche personali a cui occorre sempre e comunque dare, pazientemente, risposta”.

Gli operatori di Polizia Locale si occupano anche di gestire la comunicazione attraverso i social, dove vengono costantemente pubblicati filmati e informazioni di estremo interesse, che richiedono un grande impegno per fornire risposte adeguate alle numerose richieste dei cittadini. Nella settimana di Pasqua sono state più di 300.000 le visualizzazioni sul sito Facebook della Polizia Locale.