Pregel, licenziamento operaio divide il M5S

Il senatore pentastellato Lanzi esprime un opinione diversa dai consiglieri comunali locali: "Non sta alla politica dirimere una questione prettamente giuslavoristica"

REGGIO EMILIA – Il Movimento 5 stelle di Reggio Emilia chiede a Pregel di ritirare il licenziamento pasquale di un delegato sindacale. Quello di Roma invita la politica a stare fuori dalla vicenda.

A segnarlo e’ l’intervento del senatore pentastellato Gabriele Lanzi, membro della commissione Industria, che dice: “Pregel e’ una realta’ multinazionale fiore all’occhiello del tessuto industriale reggiano e italiano. Negli ultimi anni come parlamentari M5s abbiamo avuto modo di conoscere da vicino l’azienda confrontandoci piu’ volte con la Proprieta’ sugli sviluppi futuri di una realta’ che da’ lustro a tutto il territorio con un indotto importante”.

Pregel, aggiunge Lanzi, “fa del segreto industriale uno dei punti cardine attorno al quale ha costruito la propria posizione leader in Italia e nel mondo nella produzione dei preparati per gelati per questo non entriamo nel merito delle motivazioni addotte per giustificare il licenziamento di un dipendente”.

Pur rilevando che “questa decisione sia stata forse presa frettolosamente se soppesiamo la sanzione con quelli che sembrano i rilievi disciplinari evidenziati”, Lanzi sottolinea infine: “Detto questo non sta alla politica dirimere una questione prettamente giuslavoristica e speriamo che tutte le forze politiche si astengano dallo sventolare questa o quella bandiera”.