“Non disperarti” e “Poesia di una nonna”

“Scrittori silenziosi” è una rubrica giornaliera, offerta da Reggio Sera per pubblicare i pensieri, le sensazioni e le riflessioni dei reggiani, mentre sono costretti, in questo tragico periodo, all’isolamento totale

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Scrittori silenziosi” è una rubrica giornaliera, offerta da Reggio Sera per pubblicare i pensieri, le sensazioni e le riflessioni dei reggiani, mentre sono costretti, in questo tragico periodo, all’isolamento totale.

Argomenti – racconti e poesie
Hai scritto un breve racconto o una o più poesie? Hai descritto un evento personale, il tuo stato d’animo durante questa solitudine? Hai raccontato il tuo dolore o la tua gioia per qualche felice occasione, per la guarigione di qualcuno, per un amore spuntato o separazione dolorosa o per un lieto incontro o triste perdita?

Invia il tuo scritto per mail a bassmaji.jean@libero.it. Oggetto: Scrittori Silenziosi. Non inviare a Reggio Sera.

Non Disperarti

Non disperarti. Osserva. 
Il Mondo non si è fermato. 
Il Mondo si è incantato.
Si è preparato in silenzio nelle scorse settimane ad ammirare la tua nascita e la tua crescita. 
Ti sta guardando senza sfiorarti. 
A distanza.
Una distanza che per qualcuno è di sicurezza ma per me è di gentilezza. 
Ti sta proteggendo da ciò che c’è nell’aria ma che ancora non vedi chiaramente.
Ti sta insegnando a guardare al futuro restando silente nel presente.
Ti sta spingendo ad accettare, accogliere, integrare e ringraziare per ciò che la tua storia contiene. Sempre. 
Ti sta accompagnando a conoscere fino in fondo la saggezza, l’etica, la rinuncia alla ragione, la calma. 
In un momento di caos dentro e fuori ti chiede di scegliere chi essere. Ancora.
Ti chiede fiducia, il Mondo.
E te lo chiede incantandosi. 
Sospendendo il respiro.
Sospendendo la presenza. 
Sospendendo il contatto. 
Sospendendo l’esigenza. 
Sospendendosi. 
In attesa che arrivi qualcosa al tuo cuore che spezzi l’incanto e ri-porti…
Un movimento. 
Un movimento d’amore.
Un movimento di gioia. 
Un movimento di sole. 
Nel frattempo ti respiro accanto.

Poesia di una nonna in epoca di Coronavirus

  Bambino mio
Nonna non può prenderti in braccio
Il tuo sorriso nello schermo illuminato
Mi scalda il cuore
  Gioca amore, le costruzioni … la plastilina ..
Guarda nonna è rossa la mia macchinina: gioca , gioca con me
  Il cellulare scivola tra le mani insicure
Scompare nello schermo quel sorriso di bimbo
  Scompare l’illusione di un abbraccio
  A intermittenza un parlato di bimbo
  Ricompare in un gioco bislacco
Un viso, un sorriso affettuoso
Rallegra l’animo di chi
un sinistro virus  tiene lontano

Più informazioni su