La Manodori aiuta le case per anziani della diocesi

Donati 25mila euro alle strutture che gestiscono sul territorio reggiano 17 strutture per oltre 800 ospiti

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Fondazione Manodori di Reggio Emilia ha deliberato un contributo di 25.000 euro a favore della Fedisa, la federazione diocesana di servizi agli anziani, che gestisce sul territorio reggiano 17 strutture per oltre 800 ospiti. La donazione e’ destinata all’acquisto di una dotazione straordinaria di dispositivi di protezione individuale destinati agli operatori – oltre 600, tra socio-assistenziali, infermieri, fisioterapisti, addetti a pulizia e cucina – e per tutti gli strumenti utili per l’igienizzazione degli ambienti.

“Come gli ospedali e le altre strutture sanitarie – dice il presidente della Manodori Romano Sassatelli – i servizi residenziali per anziani si occupano di persone fragili, che necessitano di specifiche cure ed attenzioni. Ed il personale, che svolge un lavoro di grande valore umano e sociale, deve potersi muovere in sicurezza”.

Gianfranco Manfredini, presidente di Fedisa fa sapere che parte delle risorse saranno utilizzate per il rafforzamento dell’assistenza psicologica per gli operatori, gli ospiti e le famiglie e all’acquisto di strumenti tecnologici, in prevalenza tablet, che consentano di ampliare la possibilita’ di contatti tra ospiti e famiglie”. La Cisl di Reggio Emilia ha invece donato 30 tablet all’Ausl per facilitare le comuncazioni tra i pazienti in isolamento con i loro familiari.

Più informazioni su