Fabbrico, droga e pistola: giovane denunciato

Un 23enne è stato denunciato dai carabinieri della stazione locale per detenzione ai fini di spaccio e detenzione abusiva di armi

FABBRICO (Reggio Emilia) – Un 23enne di Fabbrico è stato denunciato sabato mattina dai carabinieri della stazione locale per detenzione ai fini di spaccio e detenzione abusiva di armi. Sabato mattina i militari, durante un servizio mirato ad assicurare il rispetto delle prescrizioni imposte per prevenire la diffusione del Covid-19, hanno controllato un giovane che era a piedi nel centro del paese.

Gli hanno trovato un grammo scarso di hascisc che, come poi appurato dall’esame dell’applicativo WhatsApp installato nel suo cellulare, era stato acquistato da un giovane del paese. I carabinieri sono poi andati nell’abitazione del pusher e l’hanno perquisita trovando oltre mezzo etto di hascisc, 4 bilancini di precisione con residui di stupefacente frutto di pregresse pesature, materiale per il confezionamento delle dosi e appunti con nomi associati a importi ricondotti all’illecita attività.

Inoltre nel cassetto del tavolino porta televisore hanno trovato anche una pistola Bernardelli calibro 7,65 con silenziatore e una ventina di munizioni, tutto abusivamente detenuto. Sulla provenienza dell’arma e delle munizioni, che il giovane ha detto di aver trovato in campagna in stato d’abbandono, sono in corso gli accertamenti a cura dei carabinieri.

Il cliente 28enne è stato segnalato come assuntre ed è stato anche sanzionato per aver trasgredito alle norme che limitano gli spostamenti alla luce dell’emergenza sanitaria correlata al Covid19.