Coronavirus, giallo sui numeri Covid nelle case di riposo comunali a Reggio Emilia

Il presidente di Asp, Raffaele Leoni: "I positivi sono 54". Ma l'ente pubblico aveva inviato ai giornali una comunicazione con 19 casi sabato scorso. Ecco il documento protocollato

REGGIO EMILIA – “La lettera ufficiale che io ho inviato citava un numero di 54 casi (26 comunicatici ufficialmente e 28 anticipatici telefonicamente) al 31 marzo e ricordava che eravamo in attesa di altri referti visti i tamponi eseguiti. Il numero riportato nell’articolo da voi pubblicato (era 19, ndr) non è quello che ho comunicato”.

E’ quanto afferma Raffaele Leoni, presidente di Asp Reggio Emilia, l’azienda pubblica che gestisce le case di riposo comunali sul nostro territorio, su nostra sollecitazione.

Il titolo dell’articolo pubblicato sabato scorso era: Coronavirus, Asp: “Ci sono 19 anziani positivi nelle nostre case di riposo”. Il nostro giornale, come è in grado di dimostrare, in realtà ha titolato in questo modo perché in redazione, sabato scorso, è arrivato un comunicato stampa, inviatoci dal Comune, in cui si riportava la risposta data da Asp, sulla situazione delle case di riposo comunali, in seguito alla richiesta di accesso agli atti pervenuta in Comune dal capogruppo di Alleanza civica, Cinzia Rubertelli.

Si leggeva nel comunicato inviatoci sabato scorso dal Comune, che vi mostriamo: “L’Asp Reggio Emilia-Citta delle Persone ha risposto con una nota alla richiesta di accesso agli atti pervenuta in Comune. Di seguito il testo. ‘In riferimento alla richiesta si comunica che i dati relativi alla positività al Covid 19 sia di ospiti che di lavoratori delle strutture gestite dalla Asp sono dati di natura sanitaria che potranno essere divulgati d’intesa con l’autorità sanitaria sulla base di verifiche in corso. Al 31 marzo i casi di positività accertati tra gli ospiti erano 19, ma siamo in attesa del riscontro di ulteriori esiti di tamponi che sono stati eseguiti, anche in via precauzionale, in modo massiccio nei giorni scorsi'”.

documento

In sostanza, quindi, il Comune ha inviato sabato pomeriggio un comunicato stampa alle redazioni in cui faceva dire ad Asp che i casi accertati erano 19. Oggi, invece, Leoni ci comunica che sono circa il triplo, ovvero 54 e che lui aveva inviato una risposta al servizio Pianifazione del Comune, sabato scorso, in cui citava proprio questo numero.

Reggio Sera, grazie al documento che ci è stato inviato su nostra sollecitazione dal presidente di Asp, è anche in grado di mostrarvi, per completezza di informazione, la comunicazione che è stata inviata al consigliere comunale Cinzia Rubertelli e che è stata protocollata il 4 aprile, ovvero sabato scorso. Potete leggerla qui.