Coronavirus, calano i decessi e i casi positivi

Sono altre 8 le vittime, mentre sono 101 i positivi in più. A livello regionale sono solo 467 i nuovi casi, ma si fanno anche meno tamponi

REGGIO EMILIA – Sono altri 8 i decessi nella nostra provincia che portano il totale delle vittime a 298 dall’inizio dell’epidemia, mentre sono 101 i positivi in più (ieri erano stati 158) che fanno raggiungere un numero complessivo di 3.167 (anche se questo, come abbiamo scritto, riguarda i positivi attuali a cui bisognerebbe aggiungere guariti e deceduti, ndr). Ad oggi i guariti sono in totale 272 (venti in più di ieri). I tamponi eseguiti a Reggio, secondo quanto comunicato dal sindaco Vecchi, sono stati 641, un numero molto elevato, circa un terzo del numero complessivo regionale.

Nessuno dei nuovi casi è in terapia intensiva, 93 sono isolamento domiciliare e 8 sono ricoverati in terapia non intensiva. Questo è un dato buono, costante negli ultimi giorni, che sta a dimostrare come quasi tutti i nuovi positivi non hanno bisogno di ricovero.

Dei nuovi casi 2 sono a Bagnolo, 1 a Boretto, 1 a Carpineti, 5 a Casina, 1 a Castellarano, 1 a Castelnovo Sotto, 8 a Castelnovo Monti, 1 a Correggio, 1 a Gualtieri, 3 a Guastalla, 4 a Luzzara, 4 a Montecchio, 1 a Novellara, 1 a Quattro Castella, 17 a Reggio Emilia, 27 a Reggiolo (questi dovrebbero essere gli ospiti della Casa di riposo), 3 a Rio Saliceto, 1 a San Polo, 4 a S. Ilario, 1 a Scandiano, 2 a Toano, 2 a Ventasso, 2 a Vetto, 1 a Vezzano, 3 a Villa Minozzo e 4 non residenti in provincia.

Le vittime sono 6 e uomini e due donne, fra i 61 e i 95 anni, residenti a Correggio (1) e Reggio Emilia (7).

Passando al dato regionale sono 17.556 casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 467 in più rispetto a ieri (quando erano stati 549): un aumento tuttavia contenuto se paragonato a quello dei giorni scorsi (tra sabato e domenica, infatti, l’aumento era stato di 549 unità).

Tuttavia bisogna considerare che, negli ultimi giorni, si sono fatti molti meno tamponi nella nostra regione. Si è passati dai 3.393 di sabato ai 2.177 di oggi. Chiaramente, in seguito a questo, cala il numero complessivo di casi ma percentualmente il rapporto contagiati-campioni non cambia. Anzi, se sabato la percentuale di positivi sul numero di campioni era del 18% (3.393 tamponi effettuati e 608 casi), oggi è del 21% (2.177 tamponi effettuati e 467 casi).

Complessivamente, sono 7.795 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (317 in più rispetto a ieri). Sono 372 le persone ricoverate in terapia intensiva: due in meno rispetto a ieri, così come continuano a diminuire i ricoverati nei reparti non di terapia intensiva, che oggi sono 3.804 (-35). In calo anche i decessi: 57, purtroppo, quelli nuovi – di cui 31 uomini e 26 donne – ma il giorno prima erano stati 74); il numero complessivo sale così a 2.108.

Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 2.397 (196 in più rispetto a ieri), 1.432 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 965 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 10 residenti nella provincia di Piacenza, 13 in quella di Parma, 8 in quella di Reggio Emilia, 6 in quella di Modena, 11 in quella di Bologna (nessuno nel territorio imolese), 2 in quella di Ferrara, 1 nella provincia di Forlì-Cesena (a Forlì), 6 in quella di Rimini.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 2.936 Piacenza (44 in più rispetto a ieri), 2.317 Parma (42 in più), 3.167 Reggio Emilia (101 in più), 2.691 Modena (82 in più), 2.300 Bologna (93in più), 317 Imola (3 in più), 510 Ferrara (22 in più), 728 Ravenna (20 in più), 1.015 Forlì-Cesena (di cui 546 Forlì, 20 in più rispetto a ieri, e 469 a Cesena, 18 in più), 1.575 Rimini (22 in più).