Studenti “annoiati” vandalizzano auto: denunciati

Tre minori denunciati dai carabinieri per danneggiamento e per mancato rispetto decreto ministeriale

FABBRICO (Reggio Emilia) – La scuola è chiusa per l’emergenza coronavirus e così tre studenti “annoiati” non hanno trovato di meglio che vandalizzare 5 auto d’epoca e sono stati denunciati per danneggiamento e per mancato rispetto del decreto ministeriale.

E’ successo venerdì pomeriggio a Fabbrico dove i carabinieri della stazione di Novellara impegnati, come in altri comuni della provincia, nei controlli del territorio per il rispetto delle misure governative recentemente emanate, hanno visto tre minori all’interno di una proprietà privata.

I tre studenti, dopo aver scavalcato la rete di recinzione, sono entrati nell’area privata dove c’è un casolare disabitato e dove il proprietario, un 35enne reggiano, aveva lasciato in deposito 5 auto d’epoca in attesa di essere restaurate.

I carabinieri hanno visto che i tre giovani si stavano divertendo a infrangere i finestrini e i parabrezza delle auto che sono state danneggiate anche nella carrozzeria dato che i tre sono saltati sui cofani e sui tetti delle 5 auto. Così sono intervenuti e li hanno fermati. I danni, nell’ordine di varie migliaia di euro, sono in corso di quantificazione.

I tre giovani sono stati portati in caserma e sono stati denunciati per concorso in danneggiamento e per inosservanza del decreto ministeriale. I tre, prima di essere riconsegnati ai genitori, hanno detto ai carabinieri di avere agito perché erano annoiati.