Il coronavirus affonda Sicrea Spa che va in liquidazione

Oggi l’assemblea dei soci ha deliberato l’avvio della procedura per una liquidazione ordinata. "Saranno valorizzati gli asset aziendali"

REGGIO EMILIA – Oggi l’assemblea dei soci di Sicrea spa ha deliberato l’avvio della procedura per una liquidazione ordinata della società. La difficile situazione, il blocco delle attività che si è reso necessario a seguito dei recenti decreti, ha obbligato la proprietà ad organizzare un piano di gestione della crisi aziendale con l’obiettivo di salvaguardare il “progetto” Sicrea Group, pur dovendo affrontare una significativa ristrutturazione.

Scrive la società: “Il mandato consegnato allo staff che dovrà gestire questa fase è quello di valorizzazione gli asset aziendali, anche attraverso operazioni straordinarie e la ricerca di partner. Sono obiettivi primari la corretta prosecuzione dei cantieri e delle attività ed il massimo sforzo per mantenere l’occupazione”.

Lo staff dei professionisti che si occuperà della gestione sono il professor Montanari, il professor Vignudelli, l’avvocato Napolitano, l’avvocato Fasano e l’avvocato Marracino di Roma, coordinati dal liquidatore Alfredo Medici.

Continua l’azienda: “L’evolversi drammatico dell’epidemia Covid-19 sta mettendo a dura prova le possibili azioni di sistema che la cooperazione può esprimere per sostenere le imprese in difficoltà. Nei prossimi mesi, molti settori dovranno gestire crisi di liquidità con il conseguente rischio per la continuità operativa. In questo momento le difficoltà sono maggiori nei settori, come quello delle costruzioni, che già stavano scontando un grave stato di crisi”.