“E’ una lotta, ma continueremo a rifornire le vostre tavole”

Le operaie di Grandi Salumifici italiani sono ogni giorno al lavoro per rifornire i nostri supermercati: "Viviamo con la paura di portare qualche batterio a casa. Siamo tesi tutti quanti. Speriamo che finisca presto"

REGGIO EMILIA – Sono al lavoro tutti i giorni per rifornire i supermercati di salumi, arrosti e wurstel. Reggio Sera è andata ad intervistare (foto e video di Giuseppe Bucaria) le operaie di Grandi salumifici italiani, l’azienda di proprietà del gruppo Unibon Spa di via Due Canali. Una fatica di solito oscura e poco raccontata la loro, ma al giorno d’oggi preziosa. Senza il loro impegno e di tanti altri lavoratori della macchina che, ogni giorno, produce alimenti, non arriverebbe nulla sulle nostre tavole, i supermercati sarebbero sforniti e il senso di disagio e paura dei cittadini aumenterebbe ancora di più.

Racconta Anna: “E’ una bella lotta. Si esce per lavorare, con i figli a casa che non possono uscire. Viviamo con la paura di portare qualche batterio a casa. Siamo tesi tutti quanti. Speriamo che finisca presto. L’azienda ci viene incontro e ci dà tutti i dispositivi di sicurezza necessari e i turni sono ben predisposti. Fino ad ora riusciamo a rifornire bene i supermercati”.

Di fianco e lei c’è Claudia che dice: “Facciamo turni su turni, 24 ore non stop, cercando di rifornire tutti i supermercati. L’azienda ci è venuta incontro come flessibilità di orari e ci ha dato i dispositivi di sicurezza come il decreto prevede. Se ci fermiamo noi, si fermano anche i supermercati. Ci sarebbe ancora più panico e invece, in questo modo, non vengono presi d’assalto perché la gente vede che i prodotti ci sono”.