Coronavirus, si pensa a ospedale di Guastalla come struttura ad hoc

Il nosocomio della Bassa potrebbe essere fra gli ospedali punti di riferimento, in Regione, per accogliere i pazienti affetti da Coronavirus

GUASTALLA (Reggio Emilia) – L’ospedale di Guastalla potrebbe essere fra gli ospedali punti di riferimento, in Regione, per accogliere i pazienti affetti da Coronavirus. L’assessore regionale alla Sanità, Sergio Ventui, aveva detto che ci sarebbe stata in ogni provincia, una struttura destinata a questo compito. Nella nostra provincia sarebbe stato scelto l’ospedale di Guastalla.

Non è detto che da domani, immediatamente, il nosocomio di Guastalla accoglierà i malati di Coronavirus, ma significa che l’ospedale della bassa è stato individuato fra le strutture che potranno essere riorganizzate e potenziate per questo scopo nel caso servisse, ovvero se il Santa Maria Nuova, che oggi è la struttura di riferimento, avrà bisogno di chiedere un aiuto per i ricoveri.