Quantcast

Coronavirus, prime violazioni del decreto sugli spostamenti

Sono tre nigeriani che sono stati fermati e denunciati stamattina dalla Polfer nella stazione di piazzale Marconi. La polizia ha eseguito un'ottantina di controlli sulle strade

REGGIO EMILIA – Tre nigeriani sono stati fermati e denunciati, dalla polizia ferroviaria, stamattina verso le 11 in stazione, per inosservanza del decreto ministeriale che contiene le nuove misure per fronteggiare il coronavirus e quindi potranno essere puniti con l’arresto fino a 3 mesi o una ammenda fino a 206 euro.

E’ il primo caso nella nostra provincia ed è avvenuto sotto i nostri occhi, come vi mostriamo nella foto, dato che, proprio in quel momento, Reggio Sera era in stazione per documentare i controlli sui cittadini che viaggiavano in quel momento. I tre erano a Reggio Emilia senza giustificato motivo, perché residenti nei comuni di Ragusa, Crotone e Lecce.

La polizia stradale, invece, ha eseguito 34 controlli con autocertificazione fermando 23 autovetture. Gli equipaggi della Polizia Stradale hanno eseguito i controlli all’uscita del casello autostradale e sulle strade statali e provinciali che interessano la provincia di Reggio Emilia.

I 4 equipaggi della questura hanno invece eseguito 46 controlli con autocertificazione in via Emilia Ospizio direzione Modena, via Emilia all’Angelo direzione Parma e via Martiri della Bettola all’altezza di Rivalta.