Coronavirus, positivo un volontario che opera in tribunale

L'Ausl si è attivata per rintracciare le persone con cui l'uomo ha avuto contatti diretti. Rinviate tutte le udienze, civili e penali, fino al 14 marzo

REGGIO EMILIA – Una persona che frequenta il tribunale è risultata positiva al tampone. L’uomo contagiato è un volontario dell’associazione Nonpiusoli (che fa capo a DarVoce) che presta servizio nello “sportello facilitatore” dell’amministrazione di sostegno. Lo sportello, che è al secondo piano, è stato chiuso e la cancelleria della volontaria giurisdizione.

L’Ausl si è attivata per rintracciare le persone con cui l’uomo ha avuto contatti diretti. La persona, secondo quanto fa sapere Cristina Beretti, presidente del tribunale, sta bene e sarà dimessa dagli infettivi. I contatti diretti con il personale di cancelleria sono stati limitati e circoscritti a una sola giornata, il 24 febbraio.

La presidente del tribunale ha disposto, per precauzione, il rinvio di tutte le udienze, civili e penali, fino al 14 marzo.