Coronavirus, la stretta di Bonaccini: corse e passeggiate solo vicino a casa

Chiusi al pubblico tutti i parchi e giardini pubblici da giovedì fino al 3 aprile. "L’uso della bici e lo spostamento a piedi sono consentiti solo per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari)

REGGIO EMILIA – Un’ordinanza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dispone la chiusura al pubblico di tutti i parchi e giardini pubblici e riduce ulteriormente le possibilità di spostamento dei cittadini, imponendo anche la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio poste all’interno dei centri abitati.

Da giovedì, fino al 3 aprile, si legge nell’ordinanza, “l’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per le motivazioni ammesse per gli spostamenti delle persone fisiche (lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari). Nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione”.

In sostanza si potrà solo andare a fare la spesa, andare lavorare o spostarsi per le cure necessarie, ma attività motoria (corse o passeggiate) e uscita con gli animali domestici dovranno essere fatte nei pressi della propria abitazione. Questo lascia un’ampia discrezione, relativamente alla ‘regolarità’ della distanza, che dovrà essere valutata dai singoli operatori delle forze dell’ordine al momento del controllo: quanto bisogna essere distanti per non essere considerati più in prossimità della propria casa?

La nuova ordinanza è stata presa al termine del tavolo di crisi di mercoledì sera, in cui si sono analizzati gli ultimi dati sulla diffusione del Sars-CoV-2 a livello regionale, con un incremento dei casi di positività di circa il 15% e 64 decessi.
È prevista anche una seconda ordinanza sul tema dei rifiuti urbani che sarà esecutiva dal prossimo lunedì.