Coronavirus, in Provincia 60 dipendenti lavorano da casa

L'ente, d'intesa con i Comuni, ha deciso da oggi la momentanea chiusura al pubblico dei parchi di sua proprieta' di Roncolo a Quattro Castella e della Pinetina di Vezzano sul Crostolo

REGGIO EMILIA – Sono 53 i dipendenti della Provincia di Reggio Emilia che da oggi potranno iniziare a lavorare da casa con il cosiddetto smart working, una delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19. Avviate lunedi’ le procedure (ovviamente online) per la presentazione delle domande, il cui termine scadeva ieri sera, gia’ oggi il servizio Personale ha dato risposta (positiva) a tutte le richieste.

Da domani saranno quindi una sessantina, considerando chi utilizzava il lavoro “agile” gia’ in precedenza, i dipendenti della Provincia che potranno a lavorare da casa. Una percentuale di poco superiore al 60% dell’organico provinciale interessato dall’opportunita’, ovviamente preclusa a certe tipologie di lavoratori (polizia provinciale, operai e sorveglianti stradali).

“Oltre alla necessita’ di garantire la funzionalita’ dei servizi dell’ente, sono stati tre i criteri che abbiamo individuato nella valutazione delle domande”, spiega il presidente della Provincia di Reggio Emilia, Giorgio Zanni. “Abbiamo dato la priorita’ a lavoratori in situazioni di salute piu’ delicate di fronte all’epidemia e a quelli con esigenze di cura nei confronti di soggetti fragili o di minori. In ogni caso siamo riusciti ad accogliere tutte le 53 domande presentate, in massima parte nella misura del 50% dell’orario di lavoro”.

Anche in questo modo, sottolinea il presidente, “la Provincia intende dare un ulteriore contributo allo sforzo che tutte le istituzioni, a livello locale, regionale, nazionale, stanno compiendo per contrastare e contenere la diffusione del virus Covid- 19” .

La Provincia, inoltre, d’intesa con i Comuni, ha deciso da oggi la momentanea chiusura al pubblico dei parchi di sua proprieta’ di Roncolo a Quattro Castella e della Pinetina di Vezzano sul Crostolo. Intanto sono numerose, soprattutto da parte di giovani, le adesioni all’appello del Comune di Reggiolo che ha organizzato una rete di volontari per portare spesa e medicinali alle persone in difficolta’ over 65 o con problemi di salute. Chi volesse rendersi utile o attivare il servizio puo’ contattare i numeri telefonici 0522 213744 o 328 5830339.