Coronavirus, il sindaco a Rubiera: “Vietato fermarsi nei parchi”

Il primo cittadino Cavallaro: "Misure antipatiche, ma necessarie"

RUBIERA (Reggio Emilia) – Per contenere l’epidemia da Coronavirus scatta anche a Rubiera, in provincia di Reggio Emilia, la chiusura dei parchi cittadini e del distributore dell’acqua pubblica.

Lo annuncia il sindaco Emanuele Cavallaro, firmatario dell’ordinanza che dispone il divieto “naturalmente temporaneo”. Quella relativa ai parchi, dice Cavallaro, “e’ una misura profondamente antipatica, ma abbiamo ricevuto dei report della Polizia locale che riferiscono come si faccia ancora un uso non corretto di questi luoghi, che diventano di aggregazione. Ci si trovano ancora molte persone che non mantengono le distanze di sicurezza, anche involontariamente”.

Nelle aree verdi, aggiunge il sindaco, “si potra’ quindi transitare, ma non ci si potra’ fermare o usare i giochi per i bambini. Non possiamo permetterci, domani e nei prossimi giorni, affollamenti come quelli che abbiamo visto”. La concentrazione troppo ravvicinata di persone e l’impossibilita’ di igienizzare gli erogatori e’ alla base anche della chiusura della “casetta dell’acqua pubblica”. La “migliore che si puo’ bere – conclude Cavallaro – e’ quella del rubinetto di casa”.