Coronavirus, denunciate due prostitute a Pieve Modolena

Erano in strada "senza valido motivo". Nei guai anche sei extracomunitari a Guastalla

REGGIO EMILIA – Continuano i controlli delle forze dell’ordine per verificare l’ottemperanza del decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo sull’emergenza coronavirus. Ieri sera a finire nella rete dei controlli della squadra volante della questura sono finite due donne di 37 anni che si stavano prostituendo in viale Martiri di piazza Tien An Men. Sono state denunciate entrambe.

Sempre ieri gli agenti della squadra volante sono andati al parco Noce nero, in via Medaglie d’Oro della Resistenza, per la segnalazione di assembramento di persone. Giunti sul posto hanno troato un gruppo di ragazzi che stavano giocando a calcio, che al loro arrivo, si sono subiti allontanati. All’interno del parco i poliziotti hanno invitato altre persone a rispettare le disposizioni in atto emanate con il recente decreto.

Sempre ieri gli agenti della polizia stradale hanno denunciato 6 cittadini extracomunitari davanti a un centro sociale a Guastalla. Erano lì a bivaccare e non avendo alcuna giustificazione sul perché fossero in quel posto sono stati denunciati.