Coronavirus, chiude il chiosco al parco delle Caprette

L'iniziativa è stata presa dai gestori dopo la folla della giornata di ieri che aveva fatto arrabbiare anche il sindaco Vecchi

REGGIO EMILIA – Dopo gli assembramenti dello scorso fine settimana nonostante i divieti delle autorita’, il bar del chiosco del Parco delle Caprette chiude i battenti.

Lo fa su iniziativa di chi lo gestisce, il centro sociale Papa Giovanni XXIII, che dice: “Ieri purtroppo abbiamo assistito ad una situazione che non ci saremmo aspettati: nel parco, intorno a noi, c’erano tantissime persone, molte delle quali a distanza estremamente ravvicinata e che si comportavano come accade in una classica bella giornata primaverile, senza capire che nel nostro Paese e nella nostra citta’ sta accadendo qualcosa di molto diverso dal solito e dobbiamo lavorare insieme per tutelarci gli uni gli altri”.

Per questo motivo “oggi abbiamo deciso di chiudere il bar e nei prossimi giorni di ritirare tutte le sedie che mettevamo a disposizione dei clienti, per evitare che possano essere utilizzate senza rispettare le distanze indicate per la tutela della salute”. Il tutto sottolinea l’associazione, “per sottolineare la necessita’ di tenere alta la guardia contro i rischi e di fare il possibile per limitare spostamenti e contatti”.