Controlli coronavirus, il sindaco: “Oggi dodici sanzioni”

Il primo cittadino: "Non era mai successo. Voglio sperare che sia solo un episodio"

REGGIO EMILIA – “Oggi sono state date dodici sanzioni. Non era mai successo. Voglio sperare che sia solo un episodio”. Lo ha detto il sindaco Luca Vecchi, relativamente ai controlli per il rispetto degli spostamenti in emergenza coronavirus, durante la consueta diretta Facebook.

Il primo cittadino ha poi aggiunto commentando i dati dei 135 nuovi positivi: “Siamo passati da una situazione in cui non avevamo i laboratori e mandavamo i tamponi in altre province, a una situazione in cui li facciamo noi e arriviamo a fare fino a 500 tamponi al giorno”.

E’ un punto importante quello sottolineato dal sindaco perché, e anche i dati regionali lo dimostrano, il numero dei tamponi sta aumentando considerevolmente e, nello stesso tempo, non crescono di pari passo i contagi. Questo significa che il virus circola meno rispetto a un tempo.

Continua il sindaco: “Questo ci impone di guardare anche ai dati dei ricoveri, dei dimessi e degli accessi al pronto soccorso. Noi 8-9 giorni fa eravamo arrivati vicini al punto di saturazione dei posti letto covid. Venivano dimessi in pochi e ricoverati a decine. Negli ultimi due giorni il numero dei dimessi è sostanzialmente in equilibrio con quello dei ricoverati”.

E conclude: “Quando gli ospedali reggono la situazione può essere gestita. In altre grandi città europee vediamo invece scene di gente che staziona seduta sui pavimenti del pronto soccorso”.