Controlli Coronavirus, arrestati tre corrieri della droga

Tre napoletani di 19, 26 e 38 anni, sono stati intercettati ieri mattina, al casello di Reggiolo, dai carabinieri. Sequestrata cocaina e hascisc

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Tre napoletani corrieri della droga sono stati arrestati dai carabinieri dopo essere incappati nei controlli sugli spostamenti dovuti all’emergenza Coronavirus. I tre uomini, rispettivamente di 19, 26 e 38 anni, sono stati intercettati ieri mattina, al casello di Reggiolo, dai carabinieri. I militari gli hanno sequestrato circa otto etti di droga tra cocaina e hascisc, materiale per pesatura e confezionamento dosi, oltre 10mila euro in contanti e un’agenda contabile dello spaccio.

E’ accaduto ieri mattina quando, intorno alle 7, i carabinieri, su un’auto civetta, hanno visto, in prossimità del casello, un’Audi con a bordo un uomo. Dopo circa 30 minuti, proveniente dall’autostrada, è entrata nel casello una Fiat Panda con due uomini a bordo. I tre si sono incontrati un attimo e poi, sulle rispettive auto, si sono diretti verso Reggiolo.

L’informazione è stata passata ai colleghi della pattuglia, posizionati poco più in là, che hanno intimato l’alt alle due auto e poi hanno iniziato, insieme ai colleghi in borghese, i controlli. I tre non sono stati in grado di giustificare la loro presenza in ragione del divieto imposto dal decreto del 9 marzo 2020.

I controlli hanno permesso di trovare circa otto etti di droga che sono stati sequestrati insieme ai 4 cellulari posseduti dai due occupanti. E’ stata poi perquisita anche l’auto del 38enne napoletano. I tre sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.