Separazione conflittuale, nuovo sportello per consulenze e supporto

Offre gruppi di ascolto e aiuto tra persone che hanno vissuto la stessa esperienza, a "consulenze" sulla genitorialità, fino ad un aiuto concreto in caso di difficoltà economica

REGGIO EMILIA – Superare il momento di fragilità determinato da una separazione conflittuale e aiutare le persone a costruire un nuovo percorso di vita. E’ l’obiettivo del progetto “Dalla fine… l’inizio”, finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, creato a Reggio da tre associazioni (Terra di Abbracci, capofila, Galline Volanti e Sentiero Facile).

In via Ghandi, in città, è stato aperto uno sportello che offre diversi tipi di supporto. Da gruppi di ascolto e aiuto tra persone che hanno vissuto la stessa esperienza, a “consulenze” in tema di genitorialità, fino ad un aiuto concreto in caso di difficoltà economica. “La fragilità viene riconosciuta come elemento umano universale che accomuna – spiega Vincenzo Gallo, presidente di Terra di Abbracci- in questa prospettiva la condivisione di esperienze e competenze fra cittadini e associazioni diventa opportunità di arricchimento reciproco, permette di far fronte a situazioni di elevata complessità e favorisce la trasformazione dei fruitori in volontari attivi”.

Con il progetto attivato aggiunge Galli, “vogliamo implementare un modello di dialogo fra pari che valorizza l’esperienza del disagio come opportunità di cambiamento, offre inclusione e condivisione e previene l’avvio di percorsi marginalizzanti”. Per appuntamenti e maggiori informazioni scrivere a sportello@terradiabbracci.it o telefonare al 329 7271703.