Reggiolo, arrestato per violenza sessuale su ventenne

Un 32enne mantovano è finito in manette con l'accusa di aver palpeggiato la ragazza mentre dormiva a casa di un'amica. Gli è stato imposto il divieto di avvicinamento alla giovane

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Un 32enne mantovano è stato arrestato per violenza sessuale aggravata, questa mattina dai carabinieri di Reggiolo, per avere abusato di una ventenne ubriaca. Secondo le accuse, l’altra notte, mentre la ragazza stava dormendo, l’uomo l’avrebbe spogliata e l’avrebbe costretta a subire palpeggiamenti che sarebbero stati ripresi dal telefonino del 32enne. Un comportamento che si è interrotto quando la giovane si è svegliata scoprendo quel che le stava capitando.

La violenza sarebbe avvenuta a casa di una comune amica dove i tre si erano trovati, al termine di una serata, per guardare un film. E’ stata la donna, una 20enne residente nel reggiano, a rivolgersi ai carabinieri di Reggiolo denunciando quel che le era accaduto. La ragazza aveva deciso di passare la serata con un’amica. Le due erano poi state raggiunte dal 32enne che era un loro conoscente. Dopo la pizza avevano deciso di andare a vedere un film nell’abitazione dell’amica della ventenne accomandandosi sul divano. Colte dalla stanchezza e dal fatto che avevano bevuto molto, le due ragazze si sono addormentate.

L’uomo ne avrebbe approfittato e avrebbe molestato la 20enne palpeggiandola e riprendendo tutto con il suo telefonino. Caduta dal divano la giovane si è svegliata e si è trovata con i collant abbassati e ha visto l’amico con il telefonino in mano. Dopo essere riuscita a strappargli il cellulare, la ragazza ha svegliato l’amica e le ha raccontato quel che le era accaduto.

Sul posto sono arrivati i carabinieri che, dopo brevi indagini, hanno arrestato il 32enne. Questa mattina, nel carcere di Reggio Emilia, c’è stata la convalida dell’arresto del 32enne che è stato rimesso in libertà con l’imposizione del divieto di avvicinamento alla 20enne.