Reggio Emilia, ecco il nuovo questore: “Soddisfatto e motivato”

In città arriveranno infatti altri 25 agenti entro il 2021, sommandosi ai 55 assegnati negli ultimi due anni

REGGIO EMILIA – Ha 56 anni, e’ originario della provincia di Parma (di Busseto) e ama la bicicletta, i libri di storia e “soprattutto la Polizia di Stato”, cioe’ il suo lavoro. E’ Giuseppe Ferrari, nuovo questore di Reggio Emilia, che si e’ presentato quest’oggi ai giornalisti e alla citta’ a due giorni dal suo insediamento.

Quarantotto ore gia’ dense di riunioni sull’emergenza Coronavirus rispetto alla quale Ferrari, ribadendo il motto della Polizia, afferma: “E’ una situazione particolare anche per noi, ma soprattutto in un momento come questo dobbiamo essere ‘tra la gente’ per dare sicurezza e un segnale di normalita’”. Occupandosi anche delle truffe che sfruttano la psicosi del contagio, di cui ieri in citta’ si e’ verificato un tentativo.

Ferrari, il cui ultimo incarico e’ stato di questore a Massa Carrara e’ stato in prima linea nel terremoto dell’Aquila, dove dal 2009 al 2012 e’ stato vicequestore. Poi e’ passato a Torino in qualita’ di vicario e nella sua carriera ha diretto la gestione dei collaboratori di giustizia in Lombardia. “Seguiro’ le orme del mio predecessore (Antonio Sbordone trasferito a Perugia, ndr)”, aggiunge il neoquestore reggiano.

Attenzione particolare va quindi alla lotta alla criminalita’ organizzata, “da aggredire anche a livello patrimoniale”. Ferrari si dichiara infine “estremamente motivato e molto soddisfatto dell’assegnazione dell’incarico a Reggio Emilia che e’ una Questura molto importante per la Polizia di Stato e per me un riconoscimento del mio impegno professionale”.

Il “peso” della citta’ del Tricolore e’ attestato anche da una speciale graduatoria messa a punto con l’Istat dal dipartimento statale di Pubblica sicurezza, valida per l’assegnazione degli organici. A Reggio arriveranno infatti altri 25 agenti entro il 2021, sommandosi ai 55 assegnati negli ultimi due anni.