Pesta minore per ragazza contesa: denunciato

Oltre al bulletto nei guai anche la ragazza minorenne artefice dell’imboscata: i due sono accusati dai carabinieri di via Adua di lesioni personali in concorso

REGGIO EMILIA – Pesta minore per ragazza contesa: denunciato dai carabinieri. Oltre al bulletto nei guai anche la ragazza minorenne artefice dell’imboscata. I due sono accusati dai carabinieri di via Adua di lesioni personali in concorso.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di via Adua, che hanno condotto le indagini, la vittima dopo essere stato lasciato, ha cercato di riconquistare la sua ex ragazza che, nel frattempo, aveva trovato un altro ragazzo. Quest’ultimo, venuto a conoscenza dei tentativi posti in essere dall’ex, l’ha raggiunto su Instagram iniziando a minacciarlo di morte per farlo desistere dai suoi intenti. Condotta che ha colto nel segno tant’è che il 17enne, intimorito, ha “mollata la presa”.

La semplice richiesta ad un’amica dell’ex di come stesse la ragazza ha però riacceso l’ira dell’attuale fidanzato dell’ex ragazza. La vittima, ignaro dell’imboscata, è stato invitato dall’ex a fermarsi all’uscita della scuola perché doveva parlargli. All’incontro, oltre ai due ex fidanzati, si è presentato anche l’attuale fidanzato della ragazza che, dopo aver minacciato il 17enne, è passato alle vie di fatto prendendolo a schiaffi e facendolo cadere a terra per poi proseguire nella sua condotta violenta colpendolo a calci in tutte le parti del corpo.

Solo l’invito della ragazza a fermarsi lo ha fatto desistere da continuare l’aggressione. Quindi la fuga con i carabinieri che, appresi i fatti, hanno indagato e hanno denunciato il 18enne e la sua attuale fidanzata per minaccia e lesioni personali in concorso.