Imprese, fine 2019 negativo per produzione e ordini

Secondo i dati della Camera di commercio a gennaio la produzione registra una contrazione del 2,3%

REGGIO EMILIA – Gli ultimi tre mesi del 2019 sono stati contrassegnati da una flessione significativa dei livelli produttivi per il comparto industriale di Reggio Emilia. Gli ordini sono in flessione per oltre il 45% delle imprese, per quasi il 35% sono in aumento e per quasi il 20% sono stazionari. Degli ordinativi esteri il 42,5% ha dichiarato un calo, il 30% un aumento e il 27,5% stabilita’.

L’occupazione – che reagisce in ritardo alle dinamiche del mercato – non risente ancora della situazione di stagnazione. Anche guardando all’inizio del 2020, a gennaio la produzione registra una contrazione del 2,3%, mentre le previsioni sull’export sono improntate a una sostanziale stabilita’. Fattori che, dice Unindustria Reggio Emilia, “destano molta preoccupazione”.