Gualtieri, nuova mostra su Ligabue in attesa del film

Sabato l'inaugurazione a palazzo Bentivoglio. Venerdì 27 il film al festival di Berlino con Elio Germano e martedì una proiezione in anteprima a Reggio Emilia

REGGIO EMILIA – Il pittore reggiano Antonio Ligabue torna protagonista sotto i riflettori internazionali, ma anche nella “sua” Gualtieri. Mentre il film “Volevo nascondermi” dedicato all’artista dal regista Giorgio Diritti (prodotto da Palomar con Elio Germano) sara’ presentato venerdi’ prossimo al festival internazionale del cinema di Berlino, il Comune della Bassa in provincia di Reggio Emilia inaugura sabato alle 10 a Palazzo Bentivoglio una mostra delle opere del suo famoso concittadino.

All’interno della Sala di Giove a Palazzo Bentivoglio sarà possibile ammirare 22 quadri a olio di Ligabue e diverse statue bronzee. Le opere saranno esposte in ordine cronologico, con suddivisione in periodi in modo tale da poter osservare l’evoluzione dello stile, della tecnica ma anche dei temi che cambiano con il passare del tempo. Per l’occasione saranno in mostra anche quadri presenti anche nel film della Palomar e alcuni celebri capolavori come il “Il serpentario” e “Aquila con volpe” che ritraggono animali in movimento, “Castelli svizzeri” (che non veniva esposto a Gualtieri dagli anni Settanta) e lo splendido “Autoritratto con spaventapasseri”.

Ad arricchire ulteriormente l’esposizione gualtierese, la presenza di documenti inediti forniti dal Comune che raccontano la vita di Ligabue a Gualtieri e che aiutano a capire meglio la storia dell’uomo e dell’artista. Per concludere, anche diverse foto risalenti agli anni Cinquanta, scattate dal reporter Walter Breveglieri – esposte sinora soltanto in una mostra a Bologna – che mostrano un Ligabue alle prese con la sua notissima Moto Guzzi. Questo fine settimana l’ingresso alla mostra, visitabile sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, sarà gratuito. A partire dal prossimo il costo del biglietto sarà a tariffa ridotta (5 euro) e infine dal 28 marzo, quando Palazzo Bentivoglio sarà dotato di un nuovo percorso espositivo, il costo sarà di 7 euro.

La mostra in sala Giove si inserisce in una settimana particolarmente importante per Gualtieri, che grazie al nome di Ligabue torna a essere protagonista sul piano nazionale e internazionale. Venerdì 21 febbraio una delegazione gualtierese composta dal sindaco Renzo Bergamini e dagli assessori alla Cultura e al Turismo Mattea Gialdini e Marcello Stecco, partirà alla volta di Berlino per assistere, nell’ambito del Festival internazionale del cinema, alla “prima” di “Volevo nascondermi”, film prodotto dalla Palomar – che ha una sede anche al Tecnopolo di Reggio Emilia – con protagonista Elio Germano.

Proprio lo stesso Germano, che raccoglie l’eredità dell’attore Flavio Bucci da poco scomparso (e che a sua volta aveva interpretato Ligabue nello sceneggiato Rai di fine anni Settanta), sarà ospite domenica 23 a “Che tempo che fa” su Rai 2, in prima serata. Poi, qualche giorno dopo il film sbarcherà in Italia: martedì 25 la prima nazionale al cinema Olimpia di Reggio Emilia, e giovedì 27 l’uscita in tutte le sale.