Commercio, la Cgil raccoglie firme contro le aperture domenicali

Venerdì 14 i reggiani troveranno in piazza Prampolini (lato Broletto) il banchetto della Filcams dove - dalle 9 alle 12 - potranno firmare

REGGIO EMILIA – Il tema della regolamentazione delle aperture domenicali e festive nel commercio continua a rappresentare un tema spinoso e un problema irrisolto. A chiedere di “conciliare l’esigenza di chi lavora nel commercio ma deve aver diritto ai riposi domenicali e la scelta dei consumatori di fare la spesa alla domenica” è la Filcams Cgil che nel solo mese di dicembre scorso ha raccolto nelle piazze di Reggio Emilia oltre 2.400 firme.

L’iniziativa di raccolta firme riparte venerdì 14. I reggiani troveranno in piazza Prampolini (lato Broletto) il banchetto della Filcams dove – dalle 9 alle 12 – potranno firmare per “chiedere alla Politica che si stabilisca un sistema di regole che tenga insieme i diritti dei lavoratori e dei consumatori”

“Invitiamo tutta la cittadinanza a passare a trovarci – sottolinea Luca Chierici, segretario Filcams reggiana – e a firmare per chiedere, insieme a noi, una regolamentazione delle aperture festive e domenicali e il superamento delle liberalizzazioni introdotte dal governo Monti con il decreto “salva Italia”; le aperture selvagge e senza regole, infatti, non sono servite a creare nuova occupazione né a contrastare la crisi”.