Assemblea Confcooperative, attesi quasi 200 delegati

Sabato mattina alla cantina Albinea Canali, con all’ordine del giorno i programmi di lavoro per il prossimo quadriennio e il rinnovo delle cariche

REGGIO EMILIA – Sono quasi duecento i cooperatori attesi all’assemblea congressuale di Confcooperative, in programma sabato 22 febbraio alla cantina Albinea Canali, con all’ordine del giorno i programmi di lavoro per il prossimo quadriennio e il rinnovo delle cariche, con l’elezione diretta del presidente e dei 40 componenti il Consiglio provinciale della centrale cooperativa.

I lavori si apriranno con un bilancio – in video – dell’ultimo quadriennio, che ha portato a 380 le cooperative associate all’organizzazione, a poco meno di 509.000 i soci, a oltre 17.000 i dipendenti e a 2,025 miliardi il volume d’affari, esclusa la raccolta delle coop di credito presenti nella nostra provincia.

A seguire, la relazione del presidente di Confcooperative, Matteo Caramaschi, che presenterà linee di lavoro legate, in particolare, alla tutela della dignità e del valore del lavoro in cooperativa, allo sviluppo di nuove forme di economia sostenibile, al rafforzamento del legame delle imprese con il territorio. Attesi, anche, affondi in materia di legislazione per la promozione dell’imprenditorialità cooperativa.

Ai lavori interverranno il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia, Giorgio Zanni, il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi, la vicepresidente di Legacoop Emilia Ovest, Michela Bolondi.

Confermata anche la presenza del Prefetto Maria Forte, dei Consiglieri regionali Stefania Bondavalli, Giorgio Costa, Gabriele Del Monte, Alessio Mammi e Ottavia Soncini, insieme ai massimi esponenti delle forze imprenditoriali reggiane.
L’accreditamento dei delegati inizierà alle 8,30, mentre l’avvio dei lavori è previsto alle 9.